Cubo di Rubik

Come risolvere il cubo di Rubik

L’epidemia ha sicuramente cambiato le nostre routine quotidiane in molti modi e, durante questo periodo di autoisolamento, stiamo imparando a riconsiderare il nostro tempo con nuovi passatempi.

Se le ore scorrono lentamente, allora forse è arrivato il momento di rispolverare un giocattolo onnipresente nei cataloghi di giochi degli anni ’80: il cubo di Rubik.

È la soluzione perfetta alla noia: ti terrà impegnato e divertito, sfidandoti anche mentalmente.

Che cos’è un cubo di Rubik?

Se non hai vissuto questa mania, o vuoi rispolverarla con i tuoi figli, allora potresti aver bisogno di un riepilogo. Il cubo di Rubik è un giocattolo multicolore inventato nel 1974. Erno Rubik, un architetto e professore di design ungherese, inventò il cubo, dandogli il suo nome. Gli ci volle un mese per risolverlo.

Il cubo stesso è un cubo grande composto da 27 cubi più piccoli, il tutto in una griglia 3x3x3. Ognuno dei cubi più piccoli è dipinto di rosso, giallo, verde, blu, arancione o bianco. Il punto centrale del cubo di Rubik è mescolare i colori ruotando il cubo, quindi provare a risolvere il puzzle allineando ciascuno dei lati colorati in modo che un lato sia tutto rosso, un lato sia tutto verde, ecc.

Quando il cubo di Rubik è risolto, ogni lato sarà di un solo colore.

Esiste un algoritmo per risolvere il cubo di Rubik?

Secondo il sito web del cubo di Rubik, ci sono diversi modi per risolvere un cubo. Tutti questi metodi hanno diversi livelli di difficoltà, per esperti o principianti, anche per risolvere il cubo con gli occhi bendati. Ma per quanto ci sia un algoritmo specifico, è più complesso di così. Sebbene esistano diversi algoritmi che possono aiutarti a capire e alla fine risolvere un cubo, è difficile scomporlo in uno solo.

Ecco la cosa principale che devi capire: per risolvere un cubo di Rubik, devi rompere il puzzle “più grande” in quelli “più piccoli”. Quando compartimenti ogni algoritmo, è più facile da risolvere.

Secondo la guida ufficiale del cubo di Rubik, puoi imparare a risolvere un cubo in soli 45 minuti. Per fare ciò, il sito web consiglia di risolvere prima la croce bianca su un lato. Prendi tutti i cubi bianchi da un lato in una “t”. Quindi, risolvi gli angoli bianchi. Per lo strato intermedio del puzzle, prendi tutti i quadrati gialli sul lato opposto del lato bianco. Una volta che i quadrati gialli sono tutti insieme sul lato opposto del lato bianco, puoi completare il puzzle ruotando gli altri cubi colorati negli spazi giusti.

Questo è uno degli algoritmi, ma ce ne sono altri. Molti di loro sono più complessi e più veloci. In effetti, un algoritmo ti aiuta a risolvere il cubo di Rubik può essere fatto in meno di 20 mosse.

Sebbene non ci siano dati specifici sull’opportunità o meno che il cubo di Rubik possa essere in grado di allenare il cervello, ci sono prove che i puzzle e i giochi mentali, in generale, sono utili nello sviluppo delle abilità cognitive. Secondo uno studio del 2019 su Science Daily, la risoluzione regolare di cruciverba e puzzle numerici è collegata a un “cervello più acuto e avanzato”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *