coltivare il peperoncino in casa

Come coltivare il peperoncino in casa

Coltivare peperoncini in casa è facile e c’è una grande varietà di tipi diversi tra cui scegliere. Che tu voglia sapore, calore o colore, c’è un seme di peperoncino per ogni occasione. 

I peperoncini nostrani possono essere delicatamente miti o estremamente caldi. Incredibilmente versatili, puoi coltivarli sui davanzali soleggiati, in una serra o direttamente nel terreno. I loro frutti dai colori vivaci sono un ottimo modo per rallegrare giardini d’inverno o cortili.

Ecco come coltivare il tuo raccolto eccezionale di peperoncini da semi o piante.

Come coltivare i peperoncini dal seme

I peperoncini contengono una sostanza chimica chiamata capsaicina che stimola le terminazioni nervose delle mucose; questo è ciò che dà la sensazione di piccantezza quando ne mordi uno. La quantità di calore dipende dalla varietà, dalla maturità della pianta e dalle condizioni di crescita.

Gennaio e febbraio sono i mesi perfetti per iniziare a seminare i semi di peperoncino in casa. Sebbene tu possa ancora piantare i semi fino alla fine di marzo, la semina anticipata dà ai tuoi peperoncini tutto il tempo per maturare prima della fine dell’estate. Le varietà più piccanti necessitano del periodo di crescita più lungo.

Ecco come coltivare i tuoi peperoncini dai semi:

  • Inizia col piantare i tuoi semi all’interno della casa: hanno bisogno di molto calore per germogliare.
  • Riempi una vaschetta o un vaso con terriccio di semi umido e livellalo.
  • Distribuisci alcuni semi sulla superficie e copri con una spolverata di compost.
  • Con un termometro per terriccio assicurati che il terreno abbia una temperatura compresa tra i 18 e i 25° C.
  • La germinazione richiede solitamente 7-10 giorni, dopodiché è possibile spostare le piantine su un davanzale caldo e soleggiato (o serra riscaldata).
  • Mantieni il compost uniformemente umido, ma fai attenzione a non bagnarlo troppo.

Come trapiantare le piante di peperoncino

Quando le tue piantine sono abbastanza grandi da poter essere maneggiate senza rompersi, e le prime foglie di peperoncino sono spuntate, trapiantale delicatamente in singoli vasi di compost. In genere, verso maggio raggiungono la loro maturazione massima.

Posiziona i vasi sotto copertura in una serra calda, in un giardino d’inverno o in un tunnel. In alternativa, pianta i peperoncini all’aperto in un luogo soleggiato e riparato. Acclimatate gradualmente le vostre piante alle condizioni esterne per un periodo da 7 a 10 giorni prima di trapiantarle su terreno fertile, umido e ben drenato. Disponi le tue piante di peperoncino a 50 cm di distanza nel terreno.

Innaffia le tue piante di peperoncino regolarmente durante la stagione di crescita e, una volta che i primi frutti sono maturati, nutrili settimanalmente con un fertilizzante ad alto contenuto di potassio. Ricorda anche di:

  • Rimuovere la punta in crescita dei primi germogli in fiore per favorire una maggiore ramificazione e un raccolto migliore.
  • Innaffiare regolarmente ma con parsimonia. È meglio mantenere il terreno un po’ più asciutto perché stressare leggermente le tue piante di peperoncino aiuta a produrre frutti più piccanti.
  • Aggiungere una spessa pacciamatura di materia organica intorno alla base delle piante per aiutare a conservare l’umidità e sopprimere la crescita delle erbacce infestanti.

I peperoncini richiedono alte temperature e lunghe giornate di sole per maturare correttamente. Se coltivi peperoncini in casa ricordati di aprire finestre e porte per garantire una buona impollinazione. Generalmente, sono pronti per la raccolta verso luglio. Più raccolte farai, più peperoncini cresceranno la tua pianta.

Se le temperature iniziano ad abbassarsi prima che il raccolto sia completamente maturo, porta le tue piante in casa e lascia che maturino su un davanzale caldo e soleggiato. Raccogli i peperoncini uno alla volta tagliandoli dalla pianta con le cesoie. I peperoncini coltivati ​​all’aperto devono essere raccolti prima del primo gelo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *