Consigli su Come pulire gli Argenti

Come pulire l’argento

Non importa quanto ti prendi cura dei tuoi gioielli, piatti e posate d’argento. Questi, con il passare del tempo, rischiano di diventare sempre più opachi.

Ma, dal momento che nessuno vuole servire a cena posate apparentemente sporche, è importante imparare a pulire l’argento in modo rapido ed efficiente, ben prima che i tuoi ospiti si presentino alla porta. Buone notizie: non ci vuole molto sforzo per far brillare di nuovo il tuo argento e puoi seguire gli stessi metodi per tutti gli oggetti.

Utilizzare lo smalto per argento

Certo, pulendo i tuoi oggetti con un panno in microfibra rimuoverai la polvere, ma non riuscirai a ripristinare la lucentezza dell’argento. Per sbarazzarti dell’opacità e impedire che ritorni, utilizza uno smalto argento mirato. Se non sei sicuro di come lucidare correttamente il tuo argento, segui questa procedura dettagliata:

  1. Metti una piccola quantità di smalto per argento su un panno pulito, inumidito se necessario.
  2. Strofina lo smalto sul tuo oggetto con un movimento dall’alto verso il basso, non circolare per evitare di evidenziare graffi sottili.
  3. Ruota frequentemente il panno mentre lavori, in modo che il colore non si depositi sul tuo oggetto.
  4. Risciacqua con acqua calda e lucida con un panno pulito e asciutto per farlo brillare.

Detergenti fatti in casa

Senza dubbio, lo smalto mirato è il modo più efficace per mantenere pulito il tuo argento. Ma se non ne hai a disposizione, puoi rivolgerti alla tua dispensa per i rimedi fatti in casa.

  • Per l’argento opaco, o non ancora scolorito, mescola alcune gocce di detersivo per piatti delicato con acqua calda e immergi in un panno morbido. Strofina i gioielli, quindi risciacquali con acqua fredda e lucidali con un panno fino a quando non è asciutto.
  • Per l’opacità più pesante, mescola una soluzione di tre parti di bicarbonato di sodio in una parte di acqua. Inumidisci l’argento e applica il detergente con un panno morbido e privo di lanugine (non carta assorbente). Lavora la pasta nelle fessure, girando il panno non appena diventa grigio. Risciacqua e asciuga.

Come prevenire l’opacità

L’ossidazione naturale può essere inevitabile, ma ci sono alcuni modi per assicurarsi che le posate, i gioielli e i piatti non perdano la loro lucentezza così rapidamente. Ecco alcuni suggerimenti e trucchi collaudati:

  • Conserva ogni pezzo di gioielleria in argento nella sua confezione  in un luogo fresco e asciutto.
  • Metti i gioielli dopo il profumo per evitare che possano attaccarsi al tuo argento.
  • Non aver paura di indossare il tuo argento: l’attrito rallenta l’opacità, quindi più lo indossi, più brillerà.

Altri suggerimenti e trucchi per la pulizia dell’argento

Esistono molti rimedi casalinghi per la pulizia dell’argento. Come con qualsiasi metodo di pulizia, è necessario testare questi metodi in un punto poco visibile prima di passare alla pulizia completa.

Ketchup. Il condimento può essere usato come pasta per lucidare l’argento opaco. Puoi anche prendere in considerazione la tua routine di bellezza per pulire l’argento. La pulizia dell’argento con dentifricio può produrre risultati scintillanti: basta diluire il dentifricio con un po’ d’acqua, lucidare con un panno morbido e risciacquare.

Articoli placcati in argento. Sapere come pulire anelli, catene o collane placcati in argento può essere un po’ complicato. Poiché questi pezzi hanno solo una superficie argentata sulla superficie di un altro metallo, la pulizia intensa o l’immersione di oggetti in una soluzione liquida, insieme a una normale usura, può causare desquamazione. Prova i metodi in un punto poco visibile prima di procedere con una pulizia profonda. Mantenere i gioielli ordinati e organizzati può fare molto per proteggere gli oggetti.

Gioielli con pietre preziose.  Se i tuoi gioielli in argento hanno pietre preziose o altri abbellimenti, l’immersione in una qualche soluzione, può rischiare di rovinarle. Una soluzione delicata è quella di usare alcune gocce di sapone neutro o persino shampoo per bambini miscelati in acqua. Usa la miscela per pulire i gioielli e asciugali completamente prima di riporli. Usa dei bastoncini di cotone o una spazzola a setole morbide per entrare in angoli e fessure. Se usi un pennello, mantieni una mano leggera in modo da non graffiare involontariamente la superficie.

Succo di limone. Il limone è un potente detergente e può essere utilizzato anche sull’argento. Rimuovi le macchie d’acqua dall’argenteria immergendo un panno in microfibra in un po’ di succo di limone concentrato e passa alla lucidatura. Quando si ripone, conserva l’argento in un luogo fresco e asciutto e lasciare un po’ di spazio ai pezzi delicati in modo che non siano inclini a urtarsi.

Per argento antico o pezzi di alto valore (sia di valore economico che sentimentale), potresti consultare un rivenditore di antiquariato, un gioielliere o una ditta di restauro professionale prima di pulire l’argento. Un professionista può darti consigli specifici per il tuo pezzo e consigliarti su come pulire al meglio il tuo argento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *