COme funziona l'autospurgo.

Come Funziona un AutoSpurgo?

Proprio come un aspirapolvere aspira briciole, polvere, peli e capelli e quant’altro dalle superfici domestiche, così l’autospurgo ripulisce le fosse biologiche mediante l’utilizzo di una pompa idraulica collegata ad un camion cisterna.

Il suo maggiore utilizzo riguarda il buon mantenimento della rete fognaria, necessario per garantire il normale flusso d’acqua nel contesto cittadino, evitando che ingenti masse d’acqua possano risalire e causare problemi in superficie. Ma anche in ambienti domestici una conduttura ostruita può portare a gravi inondazioni. Per non parlare degli ambienti commerciali e industriali, dove un guasto idraulico può causare anche l’arresto dell’attività.

Abbiamo chiesto approfondimenti a Daniele di Idraulicoromaeprovincia.it  che ci aiuterà a comprendere meglio come funziona lo spurgo.

Come funziona l’operazione di spurgo?

L’autospurgo è un automezzo pesante costituito da un grande serbatoio a tenuta stagna, cui vengono collegate delle pompe in grado di risucchiare l’aria presente all’interno della cisterna e di creare cosi il vuoto. Le pompe possono arrivare fino ai 40 metri ma, con apposite giunte, possono raggiungere i 100 metri. Lavorano con una pressione altissima (arriva fino a 300 bar), fondamentale per rimuovere i residui senza danneggiare la parte strutturale. L’ugello collegato alla testa della pompa può essere di vario tipo, a seconda del tipo di pulizia e manutenzione da fare. Tra l’ugello e la pompa vera e propria vengono poste delle tubazioni con trecce di acciaio o tubazioni a trecce di seta, a seconda della pressione che si vuole utilizzare.

Queste pompe possono dunque aspirare il liquame proveniente da impianti fognari, fosse biologiche e qualsiasi altra cisterna che richieda manutenzione. Sono in grado di risucchiare sabbia, fanghi e liquidi in maniera veloce per convogliarli all’interno del serbatoio dell’autospurgo.

Successivamente i liquami vengono trasportati nello stabilimento adibito allo smaltimento, come ad esempio gli impianti di depurazione. Una volta svuotata, la cisterna deve poi essere ripulita con pompe ad alta pressione e idropulitrici.

Le aziende di Autospurgo devono attenersi a rigide norme in materia eco-ambientale, che prevedono il possesso di autorizzazioni specifiche.

Quando è necessario richiedere lo spurgo?

Il ricorso ad un autospurgo può essere sopperire a diverse necessità.

L’utilizzo di questi sistemi e macchinari, è sfruttato per diversi servizi, dal disintasamento di reti fognarie al trasporto di liquami e fanghi ad impianti di depurazione. Sono anche molto richiesti per lo svuotamento delle fosse settiche, che raccolgono le acque reflue in apposite vasche che poi devono essere periodicamente svuotate.

Si tratta di un’operazione di manutenzione ordinaria e necessaria per chiunque a casa possieda un impianto di smaltimento delle acque nere come la fossa settica o la fossa Imhoff. Tuttavia, può anche sopperire alle situazioni di emergenza, causate dall’intasamento della rete fognaria oppure da problemi di risalita dei cattivi odori dagli scarichi dell’abitazione.

Sarebbe buona norma provvede allo svuotamento delle fosse biologiche almeno due volte l’anno, come consigliato da ditte di pulizia e smaltimento.

Tuttavia, gli impianti fognari possono presentare disagi anche per la presenza di incrostazioni che impediscono il corretto flusso dell’acqua. In questo caso, le pompe idrauliche vengono impostate sulla pressione massima, per disincrostare o disintasare l’interno di tubazioni compromesse da incrostazioni, ruggine e sedimenti.

Allo stesso modo, il getto prodotto dall’autospurgo può rimuovere qualsiasi tipo di intasamento, ma può anche prestarsi a servizi di pronto intervento, soprattutto causati da alluvioni improvvise che possono intasare i tombini e allagare i locali semi interrati e scantinati.

Proprio per via della sua versatilità, il serbatoio dell’autospurgo deve essere ripuliti dopo ogni operazione, per evitare contaminazioni, infezioni e per garantire la massima efficienza ad ogni uso.

Per effettuare tutte queste operazioni di pulizia e spurgo dei pozzi neri e delle fosse biologiche è necessario non improvvisarsi, bensì, contattare professionisti del settore equipaggiati con le specifiche attrezzature per svolgere questa attività.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *