Pianta Orchidea Arancione

Come curare l’orchidea

Se stai sviluppando da poco il tuo pollice verde, devi sapere che le orchidee necessitano di cure particolari. Non abbiamo infatti a che fare con le tradizionali piante in vaso. Le orchidee sono infatti epifite, il che significa che non crescono sul terreno ma vivono prevalentemente sui tronchi o sui rami degli alberi per procurarsi il nutrimento.

La orchidee hanno la reputazione di essere difficili da coltivare ma, con un’adeguata cura, un’orchidea può essere in fiore per diversi mesi l’anno e vivere indefinitamente. Una buona cura delle orchidee richiede solo alcune conoscenze di base. Vediamo quali.

I requisiti principali per una corretta cura delle orchidee

Le orchidee sono bellissimi fiori delicati che si presentano in una gamma di colori, forme e dimensioni. Esistono oltre 22.000 specie di orchidee e i requisiti di cura possono variare in base al tipo. Tuttavia, puoi seguire alcune semplici linee guida, indipendentemente dal tipo di orchidea che hai, per mantenerle sane e dall’aspetto eccezionale.

Quanta luce ed acqua fornire alle orchidee?

La maggior parte delle orchidee richiede acqua una volta alla settimana. È bene evitare l’irrigazione eccessiva in quanto ciò può portare le radici a marcire. A questo proposito, è indispensabile che i vasi per orchidee siano dotati di fori di drenaggio per consentire all’acqua in eccesso di fuoriuscire dal vaso.

È importante annaffiare un’orchidea in base a quanta acqua utilizza, piuttosto che dopo un certo numero di giorni. Ogni pochi giorni, inserisci delicatamente 1 o 2 dita all’interno del terriccio. Se non avverti umidità sulle dita, annaffia leggermente le orchidee versando acqua al centro del vaso. Dopo alcuni minuti, scarica l’acqua in eccesso nel sottovaso. A seconda del clima, dei livelli di umidità e del terriccio utilizzato, potrebbe essere necessario annaffiare le orchidee più volte alla settimana o una volta ogni diverse settimane.

Le orchidee hanno bisogno di luce forte, ma indiretta, per prosperare. Se possibile, mettile vicino a finestre rivolte a sud o est per assicurarti che ricevano la giusta quantità e intensità di luce solare. Se hai solo una finestra esposta a ovest, coprila con una tenda trasparente per evitare che le orchidee possano essere seccate.

Quale terriccio scegliere per le orchidee?

Puoi scegliere tra un terriccio a base di corteccia o muschio. Un terriccio a base di corteccia drena bene e aiuterà a prevenire l’eccessivo assorbimento di acqua, ma può guastarsi rapidamente. Un terreno a base di muschio trattiene meglio l’umidità ma richiede un’attenta innaffiatura e potrebbe essere necessario rinvasare più spesso. Se le tue orchidee non sono nel giusto tipo di terriccio, rinvasale per aiutarle a prosperare.

Fornisci settimanalmente alla tua orchidea un fertilizzante apposito per orchidee. Le orchidee non richiedono molto fertilizzante; una quantità diluita su base regolare è ottimale per la cura delle orchidee. Ricordati di non annaffiarle subito, altrimenti i nutrienti si disperderanno con l’acqua.

Qual è la temperatura ambientale ideale per l’orchidea?

Le orchidee prosperano a temperature moderate e muoiono se diventano troppo fredde. Sebbene la temperatura corretta vari in base alla specie di orchidea, in generale dovresti mirare a mantenere la tua casa sopra i 16 gradi di notte. Durante il giorno, la temperatura dovrebbe essere di almeno 25 gradi.

Poiché le orchidee sono coltivate in vaso, è necessario far circolare l’aria per mantenere le radici sane. Nei mesi miti, puoi aprire le finestre di casa per fornire una leggera brezza. Altrimenti, utilizza una ventola a soffitto su un’impostazione bassa o un ventilatore oscillante posizionato lontano dalle orchidee per evitare che l’aria diventi stantia.

Orchidee: consigli di potatura

Le orchidee non fioriscono più di una volta sullo stesso gambo, ad eccezione della Phalaenopsis, o orchidea falena. Se hai una Phalaenopsis, taglia lo stelo appena sopra i 2 nodi inferiori o i nodi dello stelo una volta che il fiore è morto. Per le varietà di orchidee con pseudobulbi, tagliare il gambo appena sopra lo pseudobulbo. Per altre varietà di orchidee, tagliare l’intero gambo il più vicino possibile al terriccio. Usa sempre strumenti sterili per potare le orchidee.

Con questi semplici accorgimenti, la tua orchidea potrà prosperare sana e a lungo!

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *